Consiste nell’iniezione di piccole quantità di farmaci all’interno dei capillari delle gambe, per formare una flebite chimica e far “collassare” il vasellino in modo che venga riassorbito. Questa terapia deve essere preceduta da valutazione clinica e strumentale (ecodoppler) del circolo venoso profondo.