Dott. Mirko Grilli

Cos’è la chinesiologia

chinesiologia1La chinesiologia (a volte indicata anche come cinesiologia) è la scienza che studia il movimento umano razionale attivo in tutte le sue forme.
Il movimento attivo viene studiato nelle sue diverse aree: intellettivo-cognitiva, affettivo-emotiva, fisico-motoria, sociale-relazionale.
L’etimologia fa riferimento ai termini greci “kínesis”, nel senso di movimento, e “lógos”, nel senso di studio.
La chinesiologia non va confusa con la kinesiologia che opera nell’ambito delle discipline terapeutiche alternative.

In Italia la chinesiologia è una materia di studio comune a vari percorsi di formazione accademica.

I campi di applicazione della chinesiologia riguardano il movimento umano razionale attivo ad indirizzo:

  • educativo (ed.fisica nelle scuole)
  • preventivo (ginnastica posturale, di mantenimento, terza età, fitness, ecc.)
  • formativo (ginnastica per bambini, giovani, ecc.)
  • ricreativo (ginnastica con musica, animazione, giochi, ecc.)
  • sportivo (preparazione atletica, allenamenti, ecc.)
  • adattato e compensativo

Link informativi: Wikipedia        La professione del Chinesiologo

I Massaggi

Una descrizione delle principali tecniche

CALIFORNIANO

Il Massaggio Californiano è una delle tecniche di Massaggio manuali rilassanti più efficaci e note nel mondo.

La tecnica del Massaggio Californiano, elaborata presso l’Istituto Esalen in California negli anni 60, pone l’accento sulla nozione di contatto e di comunicazione profonda tra operatore e paziente. Proprio per questo, la tecnica è conosciuta anche con altri nomi, quali ad esempio: Massaggio Sensitivo, Massaggio rilassante, Massaggio Meditativo, Massaggio Anatomico.

I movimenti del Massaggio Californiano sono fluidi, lenti, armoniosi, avvolgenti e molto estesi. In questo massaggio ci si avvale di una vasta gamma di manipolazioni ed è pertanto, nel suo genere, uno dei metodi più completi esistenti: sfioramento, trazione, vibrazione, impastamento, pressione locale, pressione scivolata, frizione, percussione, allungamento, scollamento.

EFFETTI DEL MASSAGGIO CALIFORNIANO

Al Massaggio Californiano sono attribuiti numerosi effetti, che di seguito riportiamo. Come vedrete, non fa miracoli, ma poco manca.

· Effetti Corporei

Il Massaggio Californiano ha un’azione tonica sulla pelle. Agisce sul sistema muscolare, allentando le tensioni. Stimola la circolazione sanguigna e linfatica. Riattiva la vita-lità della respirazione e degli organi interni. Ha un effetto omeostatico sull’organismo, riducendo gli eccessi di tensione e rinvigorendo le energie là dove difettano. Calma o tonifica il sistema nervoso. Favorisce la digestione e l’eliminazione delle tossine. Attraverso I’uso delle essenze che arricchiscono I’olio da massaggio, si possono sviluppare e armonizzare tutte le funzioni corporee: dalla respirazione (per ridurre l’asma, le bronchiti), al ritmo cardiaco alla digestione, alla circolazione dei fluidi (varici, o vene apparenti), all’eliminazione (eccesso di peso, costipazione), al metabolismo. Il massaggio californiano uniforma la temperatura delle varie zone corporee, favorendo la circolazione delle energie vitali. Modella il corpo e lo ringiovanisce.

· Effetti sulla Psiche

Il Massaggio Californiano ha uno straordinario effetto benefico – di tipo meditativo – sull’attività mentale, sulle emozioni e sulla psiche. Essendo un massaggio gestaltico, sposta l’attenzione (e l’energia) dalla mente al corpo, con un doppio ordine di risultati. Da un lato i pensieri si calmano, trovano una più giusta collocazione nell’attività della persona, che risente ora una sensazione di tranquillità e di pace molto spesso sconosciuta. D’altro canto lo schema corporeo si completa: la persona si percepisce nella sua totalità, reintegra nella sua coscienza le parti del corpo “dimenticate”. Ciò si tramuta in un maggiore senso di realtà, una maggiore fiducia in se stessi e nella vita. Trattandosi di un massaggio molto affettivo, la persona ne trae l’impressione di possedere un valore che prima non era percepito. La vita di relazione ne risulta assai stimolata.

· Effetti relazionali e ‘interiorizzanti’

Il Massaggio Californiano è un massaggio ritmico, molto avvolgente e dolcemente affettivo. È molto indicato per tutte le persone che vogliono mettersi in contatto con la propria realtà interiore e percepire un relativo senso di completezza. Le manovre del californiano sono studiati per trasmettere energia alla persona che lo riceve. Riposa, calma, toni-fica, fa scorrere le energie vitali. Dà benessere e ci mette in contatto con la parte migliore di noi, quella che è ricca di possibilità e di nuove prospettive. È il principe dei massaggi per quanto riguarda la relazione con l’altro. C’insegna ad ascoltare noi stessi, a comprenderci meglio. E aprendo le nostre porte interiori, ci porta ad accostarci con maggiore confidenza, sicurezza e socievolezza agli altri e al mondo esterno.

 

ROMANO

Il massaggio Greco Romano, conosciuto come il classico massaggio muscolare. E’ l’applicazione in estetica dell’antico massaggio che veniva fatto agli atleti greci per prepararli alle gare e per defaticare i muscoli dopo uno sforzo eccessivo. E’ uno dei più usati nei centri estetici per il trattamento della cellulite e degli inestetismi dovuti ad una cattiva circolazione sanguigna.

Questo tipo di massaggio è particolarmente indicato anche nel trattamento delle contratture, poiché lavora direttamente sui muscoli allungandoli e scaldandoli. Riattiva la circolazione, porta nutrimento e ossigeno ai tessuti, ha un effetto rassodante e rilassante.

 

VODDER

di Linfodrenaggio Vodder, o Massaggio Emolinfatico, si ispira integralmente al metodo originale elaborato dal dott. Vodder, metodo ormai conosciuto e praticato in tutto il mondo da circa 70 anni per il trattamento scientifico dell’edema, in quanto permette di agire sulla circolazione emolinfatica (ovvero: tanto su quella linfatica che su quella sanguigna), attraverso la normalizzazione della microcircolazione che avviene attraverso una ripresa della ritmicità delle contrazioni della muscolatura intrinseca dei vasi linfatici, e un’accelerazione dei processi di filtrazione-riassorbimento negli interstizi del tessuto connettivo.

A tale scopo, durante il corso sarà necessario approfondire lo studio del sistema linfatico affinché, nel rispetto dell’anatomia e della fisiologia dei capillari si possano dosare, attraverso l’osservazione e la palpazione dei tessuti, la corretta pressione, il ritmo, la direzione, etc. delle manovre.

Questo consentirà di favorire l’irrorazione del sangue oppure la circolazione di ritorno venoso-linfatica, ripristinando così l’equilibrio idrico a livello dei tessuti edematosi.

È una pratica non violenta e non invasiva, e rappresenta un modo di lavorare che va oltre l’automatismo; in essa, il solo contatto terapeuta-paziente non basta: occorre osservazione, ascolto, percezione delle sensazioni, il che permette di dare interiorità al gesto terapeutico, che diviene allora comunicazione.

Il drenaggio linfatico manuale (Metodo Vodder), malgrado la sua diffusa divulgazione, è ancora oggi più conosciuto nel settore dell’estetica che in quello della medicina, e pertanto viene per lo più associato alla cellulite e alle cure dimagranti.

In realtà, il suo campo di applicazione è assai più esteso, poiché può essere applicato per la risoluzione dell’edema in svariate patologie linfoedematose: in flebologia, angiologia, nei decorsi post-operatori e post-traumatici, in odontoiatria, in medicina estetica e anche in gravidanza.

I molteplici effetti del Metodo Vodder, non ancora bene utilizzati, hanno un raggio di azione molto più ampio di quanto comunemente si pensi!

Per esempio, quando è effettuato globalmente, grazie alla peculiarità delle sue manovre, diventa un massaggio antistress di notevolissima efficacia, in quanto produce una distensione della muscolatura scheletrica e viscerale e della psiche, attraverso la normalizzazione del sistema nervoso.

Inoltre, attraverso il massaggio dei linfonodi, potenzia le difese immunitarie proprie dell’organismo aumentando la resistenza contro le infezioni e permettendo, in tal modo, di prevenire numerose patologie.

 

RIABILITIATIVO

Massaggio e Riabilitazione sono l’ideale prosecuzione delle applicazioni del Massaggio nella riabilitazione e nel massaggio ai fini terapeutici. Il corso si occupa degli aspetti del massaggio legati alle lesioni muscolari, contusioni, distorsioni, lussazioni, fratture, e alle lesioni traumatiche più acute, quali lussazioni.

 

ELEMENTI DI MASSOTERAPIA

Sequenze di massaggio e tecniche digitopressorie per il trattamento specifico di: sindrome premestruale, cervicalgie (tensione, colpo di frusta, torcicollo), stitichezza, mal di schiena, mal di testa (emicranie e cefalee), ipertensione arteriosa, sciatica, diabete mellito, periartrite, insonnia, ansia, nevrosi.

 

Massaggio e riabilitazione

Introduzione ai differenti tipi di traumi: lesione muscolare, contusioni, distorsioni, lussazioni, fratture.

Lesioni Traumatiche Acute: lussazioni ed instabilità di spalla, lesione del cercine glenoideo; Lussazioni acromion-clavicolare; distorsione e lesione capsulo- Legamentoso del ginocchio; lesioni meniscali; lussazione recidiva; Della rotula e sindromi rotulee; distorsioni capsulo-legamentose della caviglia; lesioni muscolari; lussazioni tendinee.

Patologie da sovraccarico funzionale:

Tendinopatie inserzionali, peritendiniti, tendinosi, trattamento Patologie della Cuffia dei Rotatori; Neuropatia periferiche della spalla; Epicondilite; Pubalgia; Tendinopatia del tendine d’ Achille; Patologia della Volta Plantare; Algia del tibiale anteriore; lombalgia; ernia del disco; spondilosi e spondilolistesi, etc

Dott. Mirko Grilli
Personal trainer

Corso Italia, 87
57025 Piombino (LI)

Tel. 346 8101025